Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘vendemmia’

L’Associazione enologi enotecnici italiani (Assoenologi), nel divulgare i dati relativi alle prime stime di inizio settembre, mette in luce come la vendemmia del 2007 sia stata una tra le più scarse degli ultimi 50 anni. Addirittura per trovare una vendemmia inferiore a quella attuale bisogna tornare al 1957, quando si produssero circa 43 milioni di ettolitri.
Pare, infatti, che si produrranno 43 milioni e 200 mila ettolitri di vino, il 13% in meno rispetto al 2006 (49.631.000 ettolitri), mentre le contrattazioni saranno caratterizzate da aumenti dei prezzi all’ingrosso compresi tra il 5 e il 20%.
Il decremento produttivo ha le sue massime punte in Sicilia dove, in certe zone, si raggiungono punte anche di -50% rispetto allo scorso anno.
Altro record è costituito dal fatto che la vendemmia 2007 sarà ricordata anche per essere una delle più anticipate degli ultimi 70 anni.
Le operazioni di raccolta, addirittura, sono iniziate con un anticipo che va dai 10 ai 20 giorni rispetto alla media pluriennale.

Tutta colpa del caldo?
Sicuramente il fattore climatico ha avuto un peso non irrilevante: l’ultimo l’inverno, infatti, è stato fra i più miti e meno piovosi degli ultimi decenni, il mese di aprile il più caldo degli ultimi 50 anni, mentre quello di luglio, in particolar modo nel Centro Sud, fra i più afosi. Agosto ha fatto registrare temperature davvero torride al Sud mentre al Nord alcune precipitazioni sono state alquanto benefiche per la vite.

Sempre secondo Assoenologi, tali fattori produttivi consentiranno di ottenere una qualità eterogenea di prodotti, e, addirittura, in alcuni casi eccellente.
Appare inevitabile, comunque, un rincaro dei prezzi del vino.

Qui di seguito il link alle statistiche offerte dal blog di Marco Baccaglio, I numeri del vino: Vendemmia 2007 – pessimismo dalla stima Assoenologi sulla produzione di vino 2007

Annunci

Read Full Post »