Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Loira’

Pubblichiamo oggi, ringraziandolo, un altro articolo di Maurizio Mattarella.
Particolarmente puntuali ed interessanti risultano essere le notazioni geomorfiche della regione della Loira.
E’ un bel viaggio, non solo gusto-olfattivo, ma fatto anche di suggestioni visive.
Ringraziando Maurizio ancora una volta per aver condiviso con tutti noi le sue esperienze, non mi rimane che augurarvi una buona lettura (foto di Alain Bachellier).


Eccoci giunti sulla “RIVE GAUCHE” della Loira e più precisamente a Thauvenay pochi chilometri da Sancerre. Quì sulle cosidette “TERRES BLANCHES” (argillo- calcario del Kimmeridgean – nome dato da un villaggio del Dorset in Inghilterra), sembra consacrare assieme alle “GRIOTTES o CAILLOTTES” (calcare puro ) ed infine al “SILEX” (silicio del terziario), la coltivazione di uno dei grandi “CEPAGE” del mondo il Souvignon Blanc. che assieme al PINOT NOIR, danno nel primo dei bianchi freschi, gran residuo acido, fruttati con beva di gran classe mentre per l’altro dei vini rotondi, eleganti e di certa muscolatura estrattiva come anche per i rosati, eleganti e sottili.

Ma dopo essere passati da Menetreol-sous-Sancerre, Verdigny e Vinon, quì a Thauvenay la Maison Eric Louis -Celliers de la Pauline- con il suo Sancerre Cuvée Paul Cantin 2005 – medaglia d’oro al 3° concorso “DES VINS DU VAL DE LOIRE” a BOURGES ha tirato fuori un souvignon blanc di grande profilo.

Giallo verdolino di gran lucentezza apre su di un naso che dialoga alla perfezione tra il peperone verde e la foglia di pomodoro su un sosteggno di ” fleurs d’ orange” qui è il Kimmeriggiano che ritorna.

L’attacco in bocca è elegantissimo quasi setoso di una sottigliezza stupefacente ” che classe !” con un finale che retrolfattivamente riprende il bouquet iniziale.

Ah la grandeur du Souvignon Blanc !

C’ est vrai : les sancerrois, le souris sur les levres et le vin dans le coeur !

Importatore GG 5 STELLE di Giuseppe Giughese, Calenzano FI – prossimamete a Prato.

Già evidenziato al nostro Lorenzo e speriamo lo ritiri.
Prezzo al pubblico un pò caruccio sui € 20,00

MAURIZIO MATTARELLA
GO WINE PALERMO

Annunci

Read Full Post »

Oggi pubblichiamo un interessante articolo che ci ha cortesemente inviato Maurizio Mattarella, riguardante una degustazione: Les Berthiers di Serge Dagueneau & Filles, Florence et Valérie – Poully Fumè 2006.
Nell’articolo si coglie l’occasione per effettuare anche alcune precisazioni in ordine alle due AOC: Pouilly sur Loire e Pouilly Fumè.
Nel ringraziare, quindi, Maurizio (e Lorenzo), per aver condiviso con tutti noi le loro degustazioni, ed in attesa di poter ospitare ancora su Sorsetti altri articoli di Maurizio, non mi rimane che augurarvi una buona lettura.

Quando si parla di Pouilly sur Loire e Pouilly Fumè occorre fare una precisa distinzione delle due AOC loiresi.

Pur vinificandosi nel territorio di Pouilly sur Loire, la prima è composta solo da uve chasselas, mentre la seconda solo di Souvignon Blanc.

E pur guardando ai fatidici luoghi più vocati alla interpretazione di questo grande vitigno: Les Berthiers Saint Andelain, Les Cornets, Les Loges, oggi abbiamo degustato a Les Berthiers di Serge Dagueneau & Filles, Florence et Valérie, il loro Pouilly Fumè base 2006.

Un bel paglierino che si piega al dorato di bella lucentezza poggia su di un ventaglio olfattivo che dialoga tra sentori erbacei- peperone sopratutto-e foglie di limoncella con nouances agrumate fra un anno o due questi volteranno all’arancia candita ed al caramello.

L’attacco al palato è fresco, l’acidità lo supporta molto bene, elegante,di gran classe che alla centrale palatale sprigiona una sua ancora attenuata, mineralità. Retrolfattivamente ritorna l’accenno agrumato. Questo col tempo diventerà selce e sentori di legno di bosso.

Buona la persistenza come anche il finale.

87/100

 

Da Lorenzo – C.so Dei Mille 80, Palermo.

 

Maurizio Mattarella
RESPONSABILE
GO WINE PALERMO

Read Full Post »